Giornale di Critica dell'Architettura
Opinioni

WOZ 2008. Un altro passo avanti.

di Domenico Cogliandro - 14/4/2008


Woz alla deriva


Caro Paolo, quest'anno Woz si svolgerà a Palermo. Ora, è di tutta evidenza,
la notizia, messa così, non ha niente di sensazionale e noi, peraltro,
manchiamo anche del giusto supporto da press office che si rispetti. Le
notizie passano, ma col tempo, e prima o poi anche i contenuti. Si tratta
del solito lassismo oppure è altro? Non so rispondere a questa mia domanda.
So soltanto che il laboratorio Woz va avanti da quattro edizioni, e questa
sarà la quinta. Nelle precedenti abbiamo tentato di proporre idee per
piccoli centri meridiani, le micropoli, e adesso, abbiamo scelto di
orientarci verso le parti di città che vanno alla deriva, su una tettonica
che nemmeno gli architetti sanno più di cosa si tratti. A Palermo, dunque,
dal prossimo 25 al 30 aprile proveremo ad addentrarci nel merito di una
questione che pochi hanno dipanato, certo né gli architetti né i designers.
Il luogo preciso è il quartiere dell'Albergheria che, negli ultimi venti
anni, è stato oggetto di indagini sociologiche, urbanistiche, migratorie,
socioeconomiche e, talvolta, giudiziarie. Insomma, uno dei quartieri di
Palermo di tale interesse che è stato sostanzialmente abbandonato dalla
politica, e lasciato languire tra problemi mai risolti.
Il Woz, che fino allo scorso anno si presentava come "laboratorio
sperimentale di design" a partire da questa esperienza si prova come
"laboratorio politico di design collaborativo", in parte assimilando
esperienze, note agli storici, degli anni a cavallo tra i settanta e gli
ottanta del secolo scorso, in parte investendo sulle energie di giovani che
hanno sviluppato una cultura "ormonale" sulle cose da fare e sui modi di
relazionarsi. Il termine "design", qui abusato, deriva dalla lettura che ne
fa Vilem Flusser in "Filosofia del design", e si orienta verso un pensiero
strategico piuttosto che verso una pratica oggettuale, nonostante, poi, il
Woz ospiti ipotesi e pratiche realizzative di tipo prototipale. Mi
piacerebbe che tu partecipassi e, altrettanto, vi si iscrivessero tutti i
lettori di Antithesi che so, da quel che leggo, "politicamente" interessati
a situazioni di tal genere. Basta inviare una email a wozzers@wozlab.net e
poi arrivare a Palermo, solo dopo aver seguito le istruzioni che si trovano
su http://www.cenide.net alla voce "woz".

(Domenico Cogliandro - 14/4/2008)

Per condividere l'articolo:

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]

Altri articoli di
Domenico Cogliandro
Invia un commento
Torna alla PrimaPagina

Commenti
2 COMMENTI relativi a questo articolo

Commento 6213 di renzo marrucci del 23/04/2008


Personalmente sono fortemente convinto che si debba armonicamente sostenere chi si da fa fare per contribuire a risolvere le situazioni insolute della città di oggi, certamente e senza dubbi di sorta... Chi parte operando nei valori della cultura e della identità. Per cui gli auguri a piene mani...In armonia sulla realtà per risolvere i problemi della realtà che sono sempre i problemi di chi vive la città, di chi la soffre al di là ogni idea propriamente ideologica o politica. Auguro al lavoro di Woz 2008 e a quelli che lo sosterranno di anda
re vanti e lontano per incidere positivo nella cultura sociale e nel corpo vivo di Palermo onde poter restituire il valore proprio di questa antica e nobile città europea. Tanti auguri sinceri!

Tutti i commenti di renzo marrucci

 

2 COMMENTI relativi a questo articolo

Commento 6148 di Altomonte arch. massimiliano del 15/04/2008


Caro Domenico,
vai avanti SEMPRE...la tua determinazione ed il tuo impegno per le tematiche trattate da WOZ sono lungimiranti....
Passo dopo Passo....
Ti abbraccio...
Massimiliano

Tutti i commenti di Altomonte arch. massimiliano

 

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]



<