Giornale di Critica dell'Architettura

1 commenti di Bob Dylan

Commento 302 del 26/03/2003
relativo all'articolo ATTACCO A URUK
di Comunicato della Redazione


Venite voi signori della Guerra
Voi che costruite tutte le armi
Voi che costruite gli aeroplani che portano la morte
Voi che costruite le grosse bombe
Voi che vi nascondete dietro a spessi muri
Voi che vi nascondete dietro alle scrivanie
Io riesco a vedere oltre le vostre maschere

Non avete fatto mai nulla
Tranne che costruire per distruggere
Voi giocate con il mio mondo
Come se fosse il vostro giocattolino
Voi mi mettete in mano una pistola
E vi nascondete perche’ non vi veda
E correte piu’ lontano
Quando volano gli ultimi proiettili

Come Giuda
Voi mentite e dissimulate
Una Guerra mondiale non puo’ mai essere vinta
Ma voi volete che io ci creda
Ma io vedo attraverso I vostri occhi
E vedo nel vostro cervello
Cosi come vedo attraverso l’acqua
Che corre via dal mio lavandino

Voi preparate I grilletti
Perche’ qualcun altro spari
Poi vi sedete e state a guardare
Quando il conto dei morti cresce
Vi nascondete nelle vostre tenute
Mentre il sangue dei giovani
Scorre dai loro corpi
E e’ sepolto nel fango

Voi avete sollevato la paura peggiore
Che non puo’ mai essere scacciata
La paura di mettere dei figli
Al mondo
Per aver spaventato il mio bambino
Mai nato e senza nome
Voi non valete
Il sangue che scorre nelle vostre vene

Cosa so io
Per parlare cosi’
Direte che sono giovane
Direte che sono uno stolto
Ma c’e’ una cosa che so
Per quanto io sia piu’ giovane di voi
Neppure Gesu’
Perdonerebbe mai quello che voi fate

Lasciate che vi chieda una cosa
Vi piace davvero cosi’ tanto il vostro denaro?
Vi comprera’ il perdono?
Pensate davvero che potrebbe?
Credo scoprirete
Che quando la morte riscuotera’ il suo tributo
Con tutti I soldi che avete fatto
Non riuscirete a ricomprarvi l’anima

E spero che voi muoriate
Spero che muoriate presto
Io seguiro’ la vostra bara
Nel pallido pomeriggio
Vi guardero’ mentre verrete calati
Nella vostra fossa
E staro’ sulla vostra tomba
Finche’ non saro’ certo che siate
Morti.

Titotlo originale: Masters of War
Bob Dylan, "The freewheelin' Bob Dylan", 1963

[Torna su]