Giornale di Critica dell'Architettura

1 commenti di Noise

Commento 46 del 24/01/2002
relativo all'articolo L’universale di Architettura n° 100
di Sandro Lazier


Carissimo, prof. Antonino Saggio,
Abbiamo letto con interesse la sua prefazione, inoltre ha tracciato alcune conferme che noi avevamo ipotizzato nel recente concorso Beyond Media, ma non centrato in modo così netto. E' fortissimo l'esempio di Mendelsohn che a nostro giudizio pone l'accento su un "mondo" da noi spesso ignorato: confrontarsi con il dramma. Sicuramente questo è un metodo portato avanti non solo nell'architettura da Libeskind, ma anche da molti altri artisti in tutti i diversi campi, purtroppo però queste forme di arte riemergono solo ora dopo il tragico evento dell'11 settembre che ha scosso il mondo intero. Solo ora queste vengono capite e accettate, solo ora l'architettura positivista della nuova era viene messa in discussione, solo ora è vietato ignorare, solo ora l'uomo si riscopre unito per la patria, solo ora si riscoprono i "vecchi valori" messi da parte dal consumismo spietato. Lo sforzo di Libeskind è di trasmettere tutte queste emozioni in architetture e il merito è quello di aver tracciato una strada che nessuno credeva mai sostenibile e possibile, ora è il momento migliore per approfondire e cercare di capirla per poter cogliere le linee guida della "nuova architettura"......

[Torna su]