Giornale di Critica dell'Architettura

1 commenti di Silvana Castro

Commento 9256 del 01/02/2011
relativo all'articolo Pompei
di Leandro Janni


Sono sconcertata da quanto ho letto nel tuo articolo!
Trasferire una buona parte degli incassi delle vendite dei biglietti per
accedere all'area archeologica ai musei..........
Io penso che tutti i proventi debbano andare al RESTAURO delle costruzioni, alla sistemazione delle piazze, ai rifacimenti delle Pitture murali che sono esempi irripetibili di ARTE del passato.
Studiando dei Piani adeguati, dando una certa PRIORITA' alle fondazioni
che servono per "aggrappare" il manufatto al terreno e poi proseguendo....
Certo i Tecnici devono essere specializzati, devono conoscere i materiali,
le tecniche di Restauro e non avere assegnato il lavoro per questa o quella conoscenza!!!
Con tanti Restauratori che ci sono in giro a girarsi i "pollici" perchŔ non si convocano e si affidano loro i lavori?
Avremmo meno disoccupazione in Italia e certamente pi¨ Opere QUALIFICATE.
Affidiamo i lavori ai giovani per motivarli e farli crescere, altrimenti i ragazzi si scoraggiano e non IMPARANO MAI!!!
L'esperienza si deve fare sul posto, certo deve essere supportata da un'adeguata preparazione e da un esperto (anziano) , si potrebbero
attribuire dei punti sia al restauratore che all'anziano da potere utilizzare successivamente.
Se pensiamo ai periodi artistici che ci hanno preceduto, quando i ragazzi lavoravano a"bottega" avevano minime capacitÓ per˛, se erano adeguatamente incoraggiati e gratificati lavoravano alla fine con Armonia
e alla fine l' allievo superava il maestro. Non Ŕ quello che abbiamo studiato a Scuola?
Non sono d'accordo con il fatto che si debbano affidare i lavori solo ai soliti grandi architetti e tante volte stranieri!
Se i giovani non sono incoraggiati e supportati adeguatamente ci troveremo intorno un' Architettura non NOSTRANA !!!
DIAMO UNA MANO AI NOSTRI FIGLI MERITEVOLI E AI QUALI ABBIAMO INSEGNATO IL VALORE DELLA CULTURA, perchŔ l'Arte italiana Ŕ unica,
i nostri Pittori, Scultori e Architetti sono stati chiamati negli altri paesi e
hanno esportato CULTURA!
La CULTURA Ŕ un mezzo per produrre REDDITO, in Sicilia ci sono tante aree che sono trascurate, soprattutto le Madonie, se volete vi invio un repertorio fotografico da dove si potrebbe evincere tutto ci˛!!!
Abbiamo avuto frane e dissesti Idregeologici, a Castelbuono le strade (delle arterie esterne)fanno acqua da tutti i lati e nessuno si interessa pi¨ di tanto!!!
Mente a S.Fratello e in altri posti stanno realizzando palificazioni in c.a.
da noi non si fa un bel niente, i soldi, se ci sono, sono stanziati per risolvere altre questioni.



[Torna su]