Giornale di Critica dell'Architettura

1 commenti di G. Marcarino

Commento 6692 del 07/01/2009
relativo all'articolo Caso Casamonti
di La Redazione


Tre cose in merito alla vicenda Casamonti:
1) Territorio, immobilismo, famiglia, sicurezza, pigrizia.
2 ) Ideologia, morale, potere, controllo, privilegio.
3) Benessere, avidità, imbroglio, corruzione.
Sono i tre elementi di base, in altre parole gli ingredienti che, quando lievitano male si amalgamano peggio creano il più tipico pasticcio all’italiana.
Ogni storia contiene poi una diversa evoluzione dei singoli ingredienti ed una differente percentuale di loro nella ricetta finale.
Per cui dare un giudizio etico, o penale per chi di dovere, è veramente complesso; perciò ogni indagato è innocente fino a prova contraria.
Nell’attesa che cellule malate regrediscano miracolosamente dalla loro evoluzione, si potrebbero aprire un poco le finestre, fare entrare aria fresca e creare i presupposti per una libera competizione ed un ricambio più rapido e trasparente nei posti di comando, nell’università, nella politica, nell’economia. Perseguendo l’obiettivo della qualità conseguente all’impegno ed alla ricerca, all’innovazione. Sono pericolose le presunzioni di superiorità morali ed ideali tali da giustificare l’arrocco al potere ed il controllo ed il condizionamento d’ogni conseguente altrui diritto e libertà. Per cercare un’ecologia della nostra comunità, per i più giovani, per tutti noi.

[Torna su]