Giornale di Critica dell'Architettura
15 Articoli di Domenico Cogliandro

Didascalia palermitana


di Domenico Cogliandro - 11/1/2011

Didascalia è la parte non dialogica di un testo teatrale, oppure la breve descrizione posta accanto a un'immagine. Se l’immagine non ha bisogno di didascalia può voler dire che essa stessa è didascalica, cioè si descrive da sola oppure, per esteso, dialoga con chi la vede pur non potendo parlare. La città è Palermo, mandamento Tribunali, piazzetta Cattolica già “crocevia di traffici urbani: infatti la via Paternostro qui incrocia una lunga arteria che univa piazza Marina con il m...(continua)
[Torna su]


Corredo Libeskindiano


di Domenico Cogliandro - 5/1/2011

Se si getta un sasso tra i sassi ahivoglia a riconoscerlo. Anche se nel cartoon, tratto da un fumetto omonimo di Dr.Seuss, "Ortone e il mondo dei Chi" si dimostra il contrario, ma solo lì. Sullo Stretto di Messina tira un venticello che non vi dico. Il coach Ciucci ha comprato uno straniero, un altro, a campionato iniziato, per rimestare le correnti e spaiare i giochi che pareva fossero fatti: Mr. Libeskind. ...(continua)
[Torna su]


WOZ 2008. Un altro passo avanti.


di Domenico Cogliandro - 14/4/2008

Domenico Cogliandro organizza "WOZ". Da alcuni anni l'impegno è costante, forte e spinto dalla passione. Una passione che cerca nella cultura la sua più pura modalità di espressione. E' un evento da seguire.
Pubblichiamo l'invito di Cogliandro a tutti i nostri lettori.
La Redazione...(continua)
[Torna su]


Curzio Maltese e il Ponte di Messina


di Domenico Cogliandro - 4/11/2006

Riceviamo e pubblichiamo la risposta di Domenico Cogliandro all'articolo di Curzio Maltese apparso su "Il Venerdì di Repubblica", nella rubrica "Contromano".
La Redazione...(continua)
[Torna su]


Da Benevolo alla politica. Riflessioni sulla Bienalle Ve a Palermo.


di Domenico Cogliandro - 20/10/2006

Il primo appuntamento pubblico con l’apertura della Biennale a Palermo si è consumata in uno spazio allestito all’uopo dall’Autorità portuale. Il parterre era di primo piano e non starò qui a indicare chi c’era e chi non c’era, per due motivi: uno ha a che fare con l’uditorio, l’altro con il palchetto dei relatori. Il fatto che non sono palermitano, e non conosco praticamente nessuno, non mi consente di dichiarare chi fosse presente in sala a rappresentare la città, le istituzioni, le sovrintend...(continua)
[Torna su]


Ancora da sotto il Ponte


di Domenico Cogliandro - 3/11/2005

Ieri è apparsa su "Repubblica" la notizia dell'interessamento della Procura di Monza all'appalto che Impregilo si è assicurata per l costruzione del Ponte di Messina: "La gara per il ponte sullo Stretto la vincerà Impregilo". Quando i pm di Monza hanno letto i brogliacci delle intercettazioni telefoniche sono rimasti colpiti. Il colloquio intercettato infatti si svolge tra Paolo Savona - al momento dell'intercettazione presidente di Impregilo, una delle due cordate in gara per il ponte - e Ca...(continua)
[Torna su]


Luoghi comuni. Un incipt


di Domenico Cogliandro - 6/5/2004

Domenico Cogliandro interviente nella discussione sulla critica del "culo e camicia". Riferimento all'intervento sono gli articoli di Prestinenza Puglisi "Stroncature" (al suo sito www.prestinenza.it) e di Paolo GL Ferrara "Stroncare la lobby del culo e camicia" (su antiTHeSi), oltre che il comunicato del Co.Di.Arch. a firma del presidente Alberto Scarzella Mazzocchi, pubblicato sul nostro sito....(continua)
[Torna su]


L'Unione Europea dice 'no' al Ponte.


di Domenico Cogliandro - 12/3/2004

Riceviamo da Domenico Cogliandro, autore dell'articolo "Abitando la Terra", una puntuale considerazione su quanto espresso dal Parlamento di Strasburgo in merito al ponte sullo Stretto di Messina. Il commento è introdotto da quanto scritto da "la Repubblica"....(continua)
[Torna su]


Abitando la Terra


di Domenico Cogliandro - 8/3/2004

“Il mondo dell’architettura, dopo il tuffo nell’irrazionalismo che ha caratterizzato la fine del Novecento e i primi anni del terzo millennio, sta tornando a riflettere sulle sue responsabilità nel rapporto conflittuale che si è formato tra il nostro pianeta e la civiltà tecnologica. Se vuoi seguire il dibattito su questo argomento acquista il settimo numero di Abitare la Terra, la rivista che si batte per una nuova alleanza tra l’uomo e il suo ambiente”.
...(continua)
[Torna su]


Abbiamo una formazione Cybermediale?


di Domenico Cogliandro - 4/9/2003

Molto è stato detto e molto ancora si dirà, magari fino alla noia, di architettura e medialità, spazio e realtà virtuali, cyberspace e quant'altro attiene le questioni di relazione tra il reale e tangibile mondo degli umani e quell'altra cosa, tutta informazione e rappresentazione, che è più eterea e numerica che ha a che fare, non so se "è", con l'idea delle cose.
Finché queste riflessioni attengono, e atterranno, la sfera del sensibile ci si potrà cincischiare intorno, giocando a rimpiatt...(continua)
[Torna su]


In the night all cows are Brown. (aggiornamento)


di Domenico Cogliandro - 26/7/2003

Domenico Cogliandro ci manda, in veste di commento, un aggiornamento che, visto l'interesse del tema, riproponiamo in prima pagina....(continua)
[Torna su]


Le cose cambiano


di Domenico Cogliandro - 4/9/2002

Era il titolo di un film di David Mamet. Lo scrivo e mi risale dal profondo della memoria liceale un certo quae cum ita sint, latino, che dovrebbe recitarsi stando così le cose. Ma anche Lucrezio, scoperto in età adulta, che continua a trascendere le cose di cui dice nel De rerum natura, invitando il lettore ad una attenzione pervicace verso il loro cambiamento. Le cose sono sempre cambiate. Ho sentito dire al signor Vacchini, architetto svizzero, che il progetto è disegno, cantiere e caso; il c...(continua)
[Torna su]


Ci vuole un altro sguardo


di Domenico Cogliandro - 12/6/2002

Pubblichiamo la risposta di Domenico Cogliandro all'articolo di Giammarco Aulino "Quando la setta fa male. Chiacchiere di cemento".

Perfettamente d’accordo con lei, su quasi tutto. Convengo sul fatto che la terapia invasiva (politica, economica e sociale), ove non prescritta in maniera attenta, rischi di peggiorare la situazione; sul fatto che per Sciacca produrre 1200 posti in un teatro sia una operazione sovradimensionata; sul fatto che alcune opere, se gestite male, non prod...(continua)
[Torna su]


Col senno di poi


di Domenico Cogliandro - 28/5/2002

Mi ritrovo con piacere nel ginepraio sollevato a Sciacca da Antithesi, da In/Arch Sicilia, e dalle voci di ospiti e locali che hanno preferito intervenire anziché stare ad opportuna distanza, intorno alla annosa questione che è del Teatro Popolare dei Samonà, ma più a vasto raggio del senso di una edilizia pubblica che tenti di dire cose che ad altra edilizia (o ad altri tecnici edili) non è concesso. Non esiste una questione "Teatro Popolare" che non sia propria di Sciacca, anzi mi guardo...(continua)
[Torna su]


Il coraggio a quattro mani


di Domenico Cogliandro - 14/5/2002

Io ripartirei dal silenzio. L'affastellamento delle parole, il mea culpa generalizzato, le colpe ataviche della disciplina, le avventurose gimkane tra i compiti dell'architetto e le altisonanti affermazioni di certi pedofili culturali, portano solo confusione e rendono impossibile al comune avventore, che va via più confuso che dissuaso, la comprensione di un problema. Il caso del Teatro popolare di Sciacca di Giuseppe Samonà, rimasto incompleto, è una nota a pie' di pagina rispetto all'enorme ...(continua)
[Torna su]