Giornale di Critica dell'Architettura
Storia e Critica

Lettera di protesta al Sindaco di Benevento

di Marcello Guido - 24/3/2001


Acri, 24 marzo 2001

Egregio Sig. Sindaco,
si č recentemente parlato su alcuni organi di stampa del concorso ad inviti organizzato dalla Sua Amministrazione per la sistemazione dell'area Duomo- Orsini.
Questa parte di cittā, senza dubbio importante nel contesto urbano di Benevento, era stata posta come area cruciale nel Piano Particolareggiato redatto da Bruno Zevi, Sara Rossi ed altri. Tale strumento urbanistico č stato fin dalla sua stesura fonte di studio e di raffronto per tantissimi architetti ed urbanisti che vedono in questo piano un modello essenziale per tutti coloro che si interessano di progettazione urbana. Il piano di Zevi e Rossi ha rappresentato il meglio della cultura urbanistica e proponeva una visione della cittā dichiaratamente moderna, era contro lo storicismo ed ogni sorta di accademismo e si poneva in antitesi al modo aberrante di concepire la cittā espresso nei progetti di Ungers, Portoghesi, Graves ecc., peraltro ormai perdenti e rifiutati in qualsiasi altra parte del globo terrestre.
Il concorso ad inviti espletato dalla Sua Amministrazione ha raccolto il peggio della cultura storicista che si č sempre posta contro le ipotesi culturali di Bruno Zevi e con rammarico, da architetto che opera in una regione meridionale, devo registrare il fatto che ancora una volta il sud del nostro paese si č posto in una condizione di provincialismo e luogo di scorrerie per una cultura giā da tempo rottamata.
La municipalitā di Benevento aveva ricevuto un immenso lascito culturale con lo strumento urbanistico di Zevi e Rossi e la disponibilitā dei progettisti a dare all'Amministrazione i disegni originali voleva essere un primo contributo per la formazione di una struttura permanente nella quale si potevano studiare le problematiche dei centri urbani.
Molti sono gli architetti amareggiati e fortemente delusi da come č stato portato avanti il concorso per l'area Duomo-Orsini sia per quanto riguarda la scelta dei concorrenti (P. Portoghesi, O.M.Ungers, A. Isola,I. Makovecz e M. Graves sono ormai fuori dai circuiti culturali internazionali), sia per il fatto che si sono ormai annullate e ribaltate le tesi culturali esposte nello strumento urbanistico di Bruno Zevi e Sara Rossi.
Cordiali saluti.
Marcello Guido



(Marcello Guido - 24/3/2001)

Per condividere l'articolo:

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]

Altri articoli di
Marcello Guido
Invia un commento
Torna alla PrimaPagina

Commenti




<