Giornale di Critica dell'Architettura

1 commenti di Mario Mangone

Commento 975 del 07/10/2005
relativo all'articolo Malattia italiana dell'identità
di Giovanni Bartolozzi


Sono completamente d'accordo nel rilevare i poderosi salti di scala interpretativi per tutto ciò che riguarda una "nuova identità" dell'archiettura. Infatti è necessario un altrettanto poderoso processo organizzativo, storico e processuale nel ri-mettere in relazione le identità nazionali con i precari e non consolidati standard di conoscenza a scala globale.
Questa è un campo culturale dove l'Italia ed in particolar modo gli italiani devono urgentemente apportare, in collaborazione con i colleghi architetti del nord e sud europa, un grande e decisivo contributo.
Questo è il campo decisivo e fondante una nuova natura del progetto, nell'era della globalizzazione. Bisogna urgentemente ri-definire nuove relazioni storiche ed operative tra linguaggi, pratiche, organizzazioni, processi e discpline sino ad ora impensabili. La nostra università non è attrezzata per questo compito. Il nostro mercato professionale e disciplinare, nemmeno. Quindi come ne usciamo?
Prima fase è avere consapevolezza metodologica.
Seconda fase bisogna costruire reti tematiche di sviluppo analitico e progettuale.
Terza fase istituzionalizzare questo processo.
Da Napoli un iniziale e flebile segnale di autonomia (naviga su www.copaweb.it ) vuole puntare verso questa direzione.
Ri-definire completamente il proprio punto di vista sulle cose attraverso il proprio locale nella città-mondo. Lo scontro non è su cosa scopriamo all'interno di essa. Questo è un gioco che conoscaimo abbastanza bene e fa parte delle nostre pratiche di confronto-scontro scientifico e culturale che è di prassi (da qui la decadenza culturale), ma di come rappresentiamo l'"oltre" della città-mondo, del suo immaginario, della sua dimensione mitica, su questo campo l'architettura potrebbe slittare in una pericolosa regressione. Ma siamo solo agli inizi, anche se per me l'inizio di questa fase ha una data ben precisa :
Chicago 1893 : Esposizione Universale di Chicago o sottotitolata all'epoca "La Città Bianca". Ma questa infatti è un'altra storia, appunto, su cui sarebbe opportuno soffermarci per molto tempo .
Intanto buon lavoro e ritenetemi ampiamente disponibile per questo progetto collettivo.
Cordiali saluti Mario Mangone

[Torna su]