Giornale di Critica dell'Architettura

1 commenti di Massimiliano Ercolani

Commento 11276 del 25/08/2012
relativo all'articolo La confusione delle forme nelle scuole di architet
di Sandro Lazier


Apprezzo di molto il pezzo, e credo fermamente che oltre i problemi disquisiti ci sia un altro, ulteriore, punto che và toccato:
vi è una immane difficoltà nel giudicare (intendo come insegnanti, soprattutto i nostri baroni) un lavoro che non appartenga ad una qualche scuola per poterlo paragonare, anche solo inconsciamente, a qualcosa di già realizzato, ed è per questo che, a mio avviso, la creatività subisce tradimenti continui.
Non reputo così delicato ragionare esclusivamente sulla forma, dato che la funzione è obbligatoria, per una porta o ci si passa o è troppo stretta, una sedia o è comoda o dopo un poco ci alza perchè fa male la schiena, chi non è in grado di capire ciò non dovrebbe progettare, e che la forma corrisponda o no alla funzione mi sembra una argomentazione obsoleta, da vecchia accademia.
Ma del resto questo sono le nostre università.

Massimiliano Ercolani

[Torna su]