Giornale di Critica dell'Architettura

2 commenti di Giuseppe Maniscalco

Commento 1785 del 02/02/2007
relativo all'articolo Carnevale a Piazza Armerina: la carrozzata 'Villa
di la Redazione


i resti murari della villa romana del casale sono oppure no un bene culturale in sè? l'architettura antica è oppure no un bene culturale? se la risposta è affermativa, come mai nascondere i profili verticali esterni dei resti murari con una copertura laterale opaca?
perchè livellarli all'occhio del fruitore?

[Torna su]

Commento 1783 del 01/02/2007
relativo all'articolo Carnevale a Piazza Armerina: la carrozzata 'Villa
di la Redazione


Non sono né esperto né competente in materia di restauro conservativo. Tuttavia, poiché il prof. Vittorio Sgarbi è incompetente e inesperto quanto me in materia, io posso parlarne con cognizione di logica se non di fatto o di scienza.
Nelle linee guida dettate dal prof. Sgarbi si doveva preliminarmente procedere a conoscere delle cause del degrado dei pavimenti musivi della Villa Romana del Casale. “Il progetto dovrà pertanto analizzare le cause di degrado in atto e valutare la necessità di interventi all'intorno (irregimentazione delle acque?) capaci di eliminare o ridurre i fenomeni di deterioramento.”
E oltre: “Non è da prevedersi, invece, il distacco delle parti ricollocate su massetto di cemento, operazione questa assai invasiva e, allo stato attuale delle conoscenze, non necessaria .”
Da: http://www.archaeogate.org/classica/article/457/2/la-villa-del-casale-di-piazza-armerina-dagli-scavi-alla.html
Il lavoro di approfondimento reso con la collaborazione del CNR –credo- ha individuato nel massetto di cemento armato su cui sono poggiati i pavimenti musivi una di queste cause: dal sito http://www.icvbc.cnr.it/consulenza/piazza%20armerina.htm leggo: "Poiché siamo perfettamente consapevoli che il problema dei sali solubili sui mosaici di piazza armerina (in assenza di stacco e ri-supportazione, ipotesi per il momento accantonata) non potrà essere risolutivo ..." ecc. ecc.
Io che non sono un esperto non capisco…
A)Bisogna identificare le cause del degrado.
B)Non bisogna procedere al distacco del pavimento posato sul massetto di cemento, perché è invasiva e, per le conoscenze attuali, non necessaria.
C)In assenza di stacco e ri-supportazione, ipotesi per il momento accantonata, il problema dei sali solubili sui mosaici di piazza armerina non potrà essere risolutivo.

L’ordine delle tre proposizioni è sbagliato. Quello giusto è:

A)premessa: bisogna identificare le cause del degrado.
B)premessa: in assenza di stacco e ri-supportazione, ipotesi per il momento accantonata, il problema dei sali solubili sui mosaici di piazza armerina non potrà essere risolutivo.
C)conclusione: non bisogna procedere al distacco del pavimento posato sul massetto di cemento, perché è invasiva e, per le conoscenze attuali, non necessaria.
Ma la conclusione C) è falsa.
Infatti è falsa perché i tecnici non dicono che non sia necessaria -premessa B)-. Ma dicono che per il momento è accantonata pur essendo necessaria. Inoltre, non dicono che sia invasiva. questo lo dice il Prof. Sgarbi non il CNR.
La domanda è: come può qualificarsi il ragionamento di Immanuel Sgarbi? Sintetico, analitico, a priori, a posteriori, o …?


[Torna su]