Giornale di Critica dell'Architettura
5 Articoli di Daniele Antonioli

La città Cyberpunk


di Daniele Antonioli - 5/5/2001

Il matrimonio del nostro corpo con la tecnologia non potrebbe funzionare se non fossimo già immersi in un paesaggio artificiale, un paesaggio in cui le cose e le loro rappresentazioni si confondono, un paesaggio che, grazie alla potenza e alla pervasività della tecnologia che lo costruisce, ha la forza di iscriversi direttamente nel nostro sistema nervoso. [...] La nostra soggettività non è più un nucl...(continua)
[Torna su]


Gehry dopo Bilbao


di Daniele Antonioli - 15/7/2000

In mezzo agli innumerevoli ricordi che la città di Seattle suscita, più che caffè e aerei, pare curioso soffermarsi sul fatto che proprio questo luogo sia stato teatro di discussioni sulle estreme frange della biotecnologia alimentare: il cibo transgenico.
E’ proprio a livello di manipolazione genetica dello spazio e del tempo infatti che, a nostro parere, si delinea la ricerca architettonica attuale di questo architetto: le sue forme liquefatte e dense come lava si configurano e crescono...(continua)
[Torna su]


Media building


di Daniele Antonioli - 10/7/2000

Non alieno da una dilagante nippotendenza, credo sia comunque opportuno soffermarsi su un organismo spaziale che oggi prende sempre più piede e che riveste particolare interesse per quanto riguarda il concetto di media building e la definizione di un nuovo spazio architettonico: il giardino Zen.
Un quadrato/rettangolo di sabbia su cui vengono posate alcune pietre di varia dimensione e foggia, che viene poi rastrellato contornando le presenze lapidee....(continua)
[Torna su]


Assioma: il computer è un mezzo


di Daniele Antonioli - 10/3/2000

ssioma: il computer è un mezzo. Lungi da noi la volontà di investire la sua passività di significati pretestuosi e sproporzionati alle sue funzioni.
Siamo convinti tuttavia che si possa leggere l'importanza del computer a due livelli di interazione, e se ci fermassimo alla definizione assiomatica appena formulata non andremmo oltre la punta dell'iceberg....(continua)
[Torna su]


Complessità


di Daniele Antonioli - 28/2/2000

L’astrazione, quando non è sostenuta da una adeguata tensione intellettuale oltre che pittorica, diventa un meccanismo poco più che ragionierile sostiene a buon diritto il critico d’arte F.Caroli, spostando l’attenzione non tanto sul valore dell’opera, giudizio un poco anacronistico rispetto ai tempi attuali, quanto sulla legittimità di un metodo pittorico....(continua)
[Torna su]