Torna alla PrimaPagina

Altri articoli recenti
articoli

Commenti
C'è 1 commento relativo a questo articolo

Commento 788 di Alessandra s. del 25/09/2004


Condivido pienamente l'articolo mentre un brivido mi percorre la schiena.
Proprio ora che mi sono riscritta ad Architettura e ho deciso di finire un percorso interrotto tempo fa.
Tutte cose che penso anch'io, ma allora come se ne esce? Non rido ad essere trattatta come "schiava", è difficile lavorare in questo campo, se non sei figlio d'arte e di un certo censo le strade da percorrere sono poche. Sono pochi quelli che si possono permettere bei master a pagamento, e un livello superiore e tanti soldi per aprire uno studio.
La verita' e' che è un mestiere da ricchi. Forse è addirittura una moda.
Se sei ricco puoi permetterti la libera professione, altrimenti sei sfruttato.
Purtroppo è la realta' in cui viviamo, un conflitto continuo in queste metropoli dove lo spazio e' tutto scandito dal profitto e siamo a volte ridotti a topolini in tante gabbie palazzi con smog smog e tante sigarette, cemento nero e grigio......ma sono nata in questo mondo, studio Architettura soprattutto per me perchè nella mia testa e nel mio cuore c'è un altro mondo un altra citta' un territorio diverso, forse è solo un sogno, ma se smetto di sognare e di studiare soluzioni e penso solo al devasto che mi circonda allora è la fine.
L 'Architettura è politica ed è una potente arma di controllo sociale, se tutti ne avessimo piu' consapevolezza forse le cose cambierebbero.

Tutti i commenti di Alessandra s.

 

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]