Torna alla PrimaPagina

Altri articoli recenti
articoli

Commenti
Ci sono 4 commenti relativi a questo articolo

Commento 1459 di Franco Porto del 12/11/2006


La morte del Prof.Pasquale Culotta giunge troppo improvvisa ed inaspettata per dire della sua opera, la cui ampia produzione merita un particolare approfondimento. Lo ricordo a Venezia alla vernice della Biennale di Architettura, era in gran forma. L’aria che si respirava in questa Biennale lo aveva rivitalizzato tanto. Per l’IN/ARCH Sicilia fece aprire tutte le ville private che aveva realizzato, insieme a B. Leone, per una cinquantina di architetti in una splendida giornata di Architettura, con Santo Giunta. Resta il rimpianto di non averlo convinto ad una maggiore collaborazione, mi sembra una delle mie occasioni perse, ma forse non era tutta colpa sua. Premiato con il Premio IN/ARCH per il Municipio di Cefalù e Socio dell’Istituto per qualche anno con Iolanda Lima. Ciao, grande Pasquale, hai spiazzato tutti, come sempre.
Franco Porto. Presidente IN/ARCH Sicilia


Tutti i commenti di Franco Porto

 

Commento 1509 di certa gioacchino del 17/12/2006


grande maestro, stimolatore delle coscienze, unico prof essore della facoltà che mi ha fatto pensare che è veramente difficile svolgere questo mestiere. In quanto all'articolo penso che manchi un commento sul lato umano del prof.

Tutti i commenti di certa gioacchino

 

Commento 1530 di gaetano giuliano del 29/12/2006


Il prof. Culotta ha rappresentato molto per la mia formazione professionale.
Mi sono laureato a Venezia e lui é stato il mio correlatore.
Ricordo con tenerezza e commozione la sua disponibilità ad incontrarmi e ad aprirmi la sua casa.
Non dimentichero' mai la sua passione per questo mestiere.
Mi mancherà molto prof. Culotta

Tutti i commenti di gaetano giuliano

 

Commento 1587 di Giuseppe Brocato del 08/01/2007


Purrtroppo abitando a Miilano ho appena appreso della scomparsa del prof. Pasquale Culotta. Lo conoscevo come concittadino cefaludese, come docente universitario e lo stimavo molto come architetto. Lo ricordo col suo sorriso e la sua fierezza.
La notizia mi intristisce enormemente. Ha lasciato un vuoto incolmabile come uomo pregevole e come insostituibile professionista.

Tutti i commenti di Giuseppe Brocato

 

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]