Torna alla PrimaPagina

Altri articoli recenti
articoli

Commenti
C'è 1 commento relativo a questo articolo

Commento 1512 di Francesca Mosca del 22/12/2006


A proposito di sublime e di cimiteri.

E' sempre stato molto difficile,controverso ed indefinibile stabilire effettivamente cos'è il concetto di sublime. Senza tanto attingere alle varie scuole di pensiero, io ho sempre pensato che il "sublime"è qualcosa che portiamo dentro: è un sentimento, è un'emozione, è una sensazione ineffabile che, falsamente sopita, si risveglia all'improvviso. Questa anomala, ma benefica"ubbriacatura"a me succede quando visito, percorro luoghi, vie della mia adorata Palermo. Il cimitero dei Vespri, per esempio, lo cito spesso a coloro i quali non hanno un buon rapporto con questo luogo, per una specie di iniziazione verso uno spazio molto speciale, soprattutto in una bella giornata di sole. E' tutto da scoprire, non voglio anticipare niente.

Tutti i commenti di Francesca Mosca

 

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]