Torna alla PrimaPagina

Altri articoli recenti
articoli

Commenti
Ci sono 2 commenti relativi a questo articolo

Commento 6418 di renzo marrucci del 19/09/2008


Viva gli architetti che nutrono speranze di vita mediante il pensiero dell'architettura intesa come un mezzo per rendere la permanenza su questo mondo il meno infelice che sia possibile...Potrà ssere un pen
siero retorico? Non credo! Semmai una ingenua espressione di confronto e di speranza nella fiducia di una professione che deve riguadagnare il suo senso della società. Ingenua perchè in mezzo a tanta certezza tira di più il carro di chi si dimentica che il giorno scorre accanto all'altro... in un alternarsi di luci e di ombre, di cose fatte senza troppo pensarci e in una sperimentazione fagocitata nel ritmo senza il tempo del pensiero...della riflessione...ma sull'impronta dei programmi fatti al tavolo di una cinica, ansiosa rappresentazione della realtà.
Non tombe ma veri encefalogrammi celebrativi nello spazio-tempo della cultura dell'immagine... che si stinge nella fragile frenesia della sperimentazione come se fosse cultura della materia che si consuma...

Tutti i commenti di renzo marrucci

 

Commento 6465 di RENZO mARRUCCI del 25/09/2008


La Biennale di A. Betsky una performance poco chiara…
Biennale assai modesta che si esercita in un contributo privo di un reale contesto critico efficace rispetto alla realtà delle problematiche che affliggono la ricerca architettonica nel suo rapporto diretto con la città e l'ambiente.Tempo sostanzialmente perduto… in vezzi e contorsionismi intellettualistici devianti in quanto aristocratici nel senso più retrivo del termine. Si conferma la tuttologia pretestuosa di una ricerca di elite…Che non RIESCE HA MANTENERE LE COORDINATE DEL REALE e si rifugia nel vago indecifrabile mondo dell'onirico... ma fuori del nostro mondo e ci rimane ritagliandosi un fantomatico diritto-dovere di starci... Mentre lo sforzo vero è quello di portare nella realtà i contenuti e tradurli in grado di fornire idee per aiutare e migliorare il nostro rapporto nel mondo migliorando la vita dell'uomo. Questa biennale la possiamo leggere come una fuga intellettuale e servile dalla realtà.
Soldi spesi male purtroppo...come troppo spesso accade...in questo nostro emblematico paese.
Renzo Marrucci
Milano, 26-09-2008

Tutti i commenti di RENZO mARRUCCI

 

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]