Torna alla PrimaPagina

Altri articoli recenti
articoli

Commenti
Ci sono 12 commenti relativi a questo articolo

Commento 14821 di Giuseppe Alagna impresa. del 05/08/2020


Sono completamente d'accordo con quanto esposto nell'articolo il ponte Morandi doveva essere ricostruito nella parte crollata e consolidata nella parte rimasta ma è prevalsa una scelta scellerata dare ad un architetto genovese molto famoso la possibilità di cancellare un simbolo di grande architettura ed ingegneria per far posto alla megalomania dell'architetto genovese

Tutti i commenti di Giuseppe Alagna impresa.

 

Commento 14822 di Giuseppe Scaglione del 05/08/2020


Diciamolo pure, l'articolo è un inno all'invidia, invidia per chi non tollera il coraggio , invidia per chi non ricosce onestà intellettuale , invidia per chi non riconosce che che il vecchio ponte era il peggio del peggio del peggio dell'arroganza strutturale nascosta dall'intonaco di chi sapeva che sotto di esso il marcio covava fino all'ineluttabile conseguenza del crash che è peggio e ancora peggio del collasso.
Solo invidia.

Tutti i commenti di Giuseppe Scaglione

5/8/2020 - Sandro Lazier risponde a Giuseppe Scaglione

Invidia di cosa, scusa?
Di un viadotto bulimico?
Di un restauro mancato?
Io ho portato argomenti; tu cerca di fare altrettanto.
Riccardo Morandi è un pilastro dell'intelligenza italiana e vederlo messo sul banco degli imputati e vilipeso nel modo peggiore da un predatore di incarichi mi procura sofferenza, altro che invidia.
Le dispute da mercato no m'interessano. Voglio argomenti a difesa della stupidata di Piano. Ma argomenti architettonici, non psicologici e moralistici.

 

Commento 14823 di Punturiero Salvatore del 05/08/2020


Il Ponte Morandi non è crollato perché era stato costruito male ma perché la manutenzione non è stata fatta a dovere...poteva durare molto di più ed era un'opera d'arte. Peccato aver cancellato il nome del vecchio Ponte che meritava di essere ricordato per l'opera che era e non per l'incidente.

Tutti i commenti di Punturiero Salvatore

 

Commento 14825 di Sandro Lazier del 05/08/2020


Riceviamo commenti anche duri, ai limiti dell'offesa personale.
Tendenzialmente pubblichiamo tutto, come nostra abitudine, ma il minimo che chiediamo ai commentatori è che siano dotati di sufficienti palle per mostrare chi sono.

Tutti i commenti di Sandro Lazier

 

Commento 14826 di Massimo Belcecchi del 05/08/2020


Sono pienamente d'accordo sul concetto di restauro, era un' opera bellissimala, dalle forme snelle e di vago sapore decò, con queli pilastri a "V" originali ed arditi.
Se poi si pensa all'epoca della sua realizzazione, stride ancor di più la pesantezza visiva del viadotto oggi progettato.
Mi sento anche di esprimere un senso di dispiacere per il più o meno velato biasimo nei riguardi dell'ing. Morandi la cui opera era un vanto della genialità italiana nel mondo.

Tutti i commenti di Massimo Belcecchi

 

Commento 14827 di Pietro Melis del 05/08/2020


pietromelis.blogspot.com
lunedì 3 agosto 2020
RENZO PIANO: HA SFRUTTATO SEMPRE I LAVORI DEGLI INGEGNERI

Tutti i commenti di Pietro Melis

 

Commento 14828 di Martino Di Benedetto del 06/08/2020


Dal suo articolo emerge in modo esagerato non la critica all'architettura di un opera ma un profondo odio e disistima per l'autore, per cui la critica passa in secondo piano e quasi scompare. Io ritengo che fra colleghi, ma nemmeno tra persone, si abbia il diritto di usare quei toni cosí offensivi. Naturalmente é un mio convincimento non pretendo che lei lo condivida.

Tutti i commenti di Martino Di Benedetto

 

Commento 14830 di antonia briuglia del 09/08/2020


Piano non ha demolito nulla, tanto meno il ponte Morandi e su questo non dico altro perché è drammaticamente recente ciò che è successo e le cause che lo hanno determinato. Piano ha donato una sua idea di ponte o viadotto che sia e il progetto non lo demolirei come farebbe l'autore dell'articolo. Nelle mie lezioni di architettura sui ponti contemporanei , la mia preferenza era per Calatrava ( ma anche su lui ce ne sarebbero di cose da dire) Questo ponte è semplicemente bello e sono tra coloro che ritengono la semplicità in architettura un valore . L'ho attraversato l'altro giorno e mi sono emozionata e non felice di ammirare un'opera di quella portata , perchè questo ponte/viadotto si porterà come testimonianza sempre e unicamente il ricordo di 43 morti che non potremo che piangere.

Tutti i commenti di antonia briuglia

 

Commento 14831 di IVANO ROZZI del 09/08/2020


Passare per oltre 40 anni sul vecchio ponte non mi ha mai dato la sensazione di passare su un'opera d'arte, semmai su qualcosa di precario, di molto precario. Se un qualcosa che si realizza per fungere a soluzione dovrebbe prima che bello o decantato essere sicuro, funzionale, duraturo . Il Morandi non era nulla di tutto ciò e lo abbiamo visto, purtroppo. Allo stesso tempo possiamo dire che è finita ormai da tempo l'epoca in cui le opere hanno un'anima , e forse non è del tutto sbagliato che così sia.

Tutti i commenti di IVANO ROZZI

 

Commento 14832 di Vilma Torselli del 09/08/2020


Non so se avete notato, Piano, da perfetto tuttologo, dà uno spunto anche per la questione banchi scolastici, suggerendo di affidarne la produzione ai "Falegnami d'Italia". Che ci vuole?, saranno in tutto, così stima, circa 10.000, basta fare 10.000 ordini, affidare 10.000 commesse, coordinare 10.000 consegne, allestire 10.000 singole aule, controllare che ogni singola ditta rispetti la normativa...... il tutto in un paese tra gli ultimi ad utilizzare i mezzi digitali persino nell'uso del bancomat.
Auguri!
https://video.repubblica.it/scuola/l-idea-di-renzo-piano-per-i-banchi-della-scuola-post-covid/365286/365839?ref=RHPPTP-BH-I264018946-C12-P5-S2.4-T1

Tutti i commenti di Vilma Torselli

 

Commento 14835 di Bruno Zeuli del 12/08/2020


Credo che i giudizi riportati nell’articolo siano ingiustificati e gratuiti. Stigmatizzare la persona di Renzo Piano per una scelta di compromesso funzionale rispetto alla sua attività di oltre 50 anni denota una visione limitata e quindi di basso valore.

Tutti i commenti di Bruno Zeuli

12/8/2020 - Sandro Lazier risponde a Bruno Zeuli

"scelta di compromesso funzionale"?
Esiste forse una sola opera di architettura, bella o brutta non importa, che non sia un compromesso funzionale?
Piano, prima di arrivare ai compromessi funzionali, avrebbe dovuto spiegare perché è stato tolto il Morandi (non una parola), perché ha lasciato infangare il nome di Riccardo Morandi (non una parola a ricordo e in difesa), perché non ha utilizzato le stesse fondazioni, perché il tracciato non è a norma avendolo modificato e rifatto, perché non è passata una sola settimana dal crollo alla presentazione del suo capolavoro, e perché costa più del ponte di Millaud non essendone lontanamente neanche parente.
Invece è arrivato con la faccia da verginello come se avesse dovuto progettare un capolavoro sulla valle sacra degli ulivi. Ma non ha capito che li sotto ha sepolto un enorme cadavere che lo condannerà storicamente come il fallimento di un narciso vanaglorioso.

 

Commento 14836 di Vilma del 13/08/2020


inoltre mi sembrerebbe degno di nota ed attenzione questo articolo de "Ilsole24ore" stranamente passato sotto silenzio
https://www.ilsole24ore.com/art/ponte-genova-fuori-norma-il-limite-70km-all-ora-ADB3Zve?refresh_ce=1

Tutti i commenti di Vilma

 

[Torna su]
[Torna alla PrimaPagina]